Che cos’è il convenience gambling?

su nataliam | 10th of February 2018
Che cos’è il convenience gambling?

Immaginate questa scena: due bambine piccole, rispettivamente di 2 anni e di 8 mesi, abbandonate in auto. La madre, sulla strada, a prostituirsi. Il padre gioca alle slot machine. In tutto questo, le bimbe risultano positive alla cocaina. No, non siamo in un film horror-demenziale, è la verità. Ci troviamo a Brescia, ed è successo lo scorso novembre. Può essere un comportamento che viene considerato "danno collaterale" dell'industria del gioco d'azzardo? O siamo di fronte a qualcosa che può, effettivamente, rovinare vita e salute di molti individui a rischio nel nostro Paese?

Quanto è legale?

I numeri parlano chiaro: un giro d'affari di 96 miliardi di euro, di cui 10 vanno dritti dritti nelle tasche dello Stato. L'industria del gambling è diventata una delle più redditizie di tutto il nostro paese. Ma c'è un dato di fatto: lede effettivamente la salute di chi gioca. È vero, non di tutti: ci sono alcuni soggetti particolarmente a rischio, in particolare come afferma lo psicoterapueta inglese Gary Lange “le persone che hanno dei casi di dipendenza ludica in famiglia, gli emarginati o tutti coloro che hanno poco rispetto del denaro sono maggiormente predisposti a sviluppare problemi legati al gioco. I soggetti ansiosi, depressi e isolati sono sempre tra i più suscettibili. Le persone che sono impulsive e che non godono di un supporto familiare e specialistico sono inoltre le più vulnerabili”.

Ma quanto è legale qualcosa del genere? L'articolo 41 della Costituzione parla chiaro: "L'iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali": È la parte centrale in perenne contrasto con tutto quello che ruota attorno al gioco d'azzardo. In quale maniera possiamo dire che il gambling non rechi danno alla "sicurezza, alla libertà e alla dignità umana?".

Loneliness: gioco in solitudine

In un saggio sull'origine del totalitarismo, Hannah Arendt usa una parola - "loneliness" - che in italiano tradurremmo con "solitudine". Il termine, in se, rappresenta una tonalità emotiva totalizzante che cancella la possibilità di esistenza dell'altro. Ciò che sta succedendo, anno dopo anno, nel gambling. Il mastodontico, preoccupante e patologico fenomeno che, in questo momento storico, sta prendendo tanti uomini e donne, giovani e anziani, è il convenience gambling. Che cos'è? La possibilità di usufruire dell'azzardo in qualsiasi luogo, in qualsiasi tempo, senza limiti temporali e senza il contatto con altre persone. Se prima il gioco era circoscritto ai casinò, alle case da gioco, ora davanti a uno schermo, mediante tecnologia, non si hanno vincoli. Si è padroni del proprio gioco, come accade con i casinò online AAMS con bonus o le slot machine online. E si è padroni della possibilità di diventare sempre più malati, soprattutto se non si gioca in maniera responsabile.

Ludopatia: i dati che preoccupano

Il fenomeno ludopatico è sempre più preponderante nel nostro Paese: per questo, con...
Approfondisci

Las Vegas dopo la Grande Recessione

Quando la grande recessione del 2008 fece crollare l'economia degli Stati Uniti, Sin City ha...
Approfondisci

Le slot machine attualmente attive sul territorio italiano e le novità del settore

I concessionari stanno avviando il percorso di riduzione delle reti degli apparecchi di...
Approfondisci

Intesa tra Governo e Regioni: come verrà ridimensionata l’offerta di gioco

Sono state le parole con cui il sottosegretario all'Economia con delega ai giochi Pierpaolo...
Approfondisci

11 modi attraverso i quali l’uomo ha truccato le slot machine

Come qualsiasi gioco presente in un casinò, le slot machine sono progettate per far sì...
Approfondisci