La DGOJ spagnola pubblica il nuovo report sul profilo del giocatore online

su nataliam | 7th of January 2020
La DGOJ spagnola pubblica il nuovo report sul profilo del giocatore online

Dal 2015, la DGOJ (Ente regolatore per il gioco spagnolo) elabora ogni anno un report sul profilo degli utenti di gioco online in Spagna al fine di offrire una visione integrata e globale delle loro attività di gioco, delle loro preferenze e abitudini di consumo.

Il report si propone di analizzare il profilo dei giocatori, il loro livello di attività, le loro preferenze di gioco, il livello di spesa e il rapporto tra spesa e vincite. Fin dalla stesura della sua prima versione il report contiene diversi quesiti, quali: "Chi gioca online?", "Quali sono i mezzi di deposito e prelievo più utilizzati dagli utenti?”, “Quali sono i metodi di pagamento più utilizzati?”,  “Quali sono i giochi preferiti dai players spagnoli?”, "Esiste una relazione tra i diversi giochi?", “Qual è il livello di spesa dei giocatori?".

Il report 2018, pubblicato di recente dalla DGOJ, contiene informazioni interessanti sul profilo del giocatore online in Spagna.

In linea generale i dati pubblicati hanno evidenziato un aumento dei depositi del 27% e del 26,7% nel numero di transazioni (entrate o spesa), il numero di giocatori attivi è pari a 1.476.385, il che corrisponde ad un incremento annuo del 5,84%, il 27% dei nuovi giocatori non rimane attivo dopo i primi 30 giorni. 

La differenza tra uomini e donne è risultata alquanto significativa, sia per quanto riguarda il numero di partecipanti al gioco che l’importo di spesa. Altro dato rilevante è riferito ai giovani compresi tra i 18 ed i 25 anni, che spendono circa 185 euro in media ogni anno, contro i quasi 500 euro in media dell'intero campione e quasi euro 700 su quelli compresi nella fascia d’età 36 - 45 anni.

Identikit del giocatore online 

Chi gioca online?

Al 31 dicembre 2018, risulta che il numero di giocatori attivi è pari a 1.476.385, con un incremento annuo del 5,84%. Di questi l’84% di sesso maschile ed il 16% di sesso femminile. La fascia d’età più rappresentata dalla popolazione di giocatori è quella tra i 18 e 45 anni, con l’83% della popolazione totale di giocatori. I nuovi utenti registrati nel 2018 sono stati 300.655.

La media dei giocatori attivi per mese è di appena 606.736. Ciò dimostra che molti di questi non giocano per più di trenta giorni. In particolare il 27,6% disattiva il proprio account dopo un mese. Risulta che il tempo medio di attività è inferiore a 5 mesi (4,93) .

Livelli di spesa e abitudini di deposito e prelievo di denaro degli utenti

La spesa media annua dei giocatori ammonta a 449 euro. Il dato si traduce in una spesa mensile di 37,4 euro, in una spesa settimanale di 8,64 euro e in poco più di 1 euro e 20 centesimi spesi ogni giorno .In tale contesto emerge una notevole differenza tra uomini e donne. I primi spendono fino 484 euro all’anno contro i 276 euro spesi dalle donne. La spesa netta più elevata è di 697 euro all’anno da parte di utenti di età compresa tra 36 e 45 anni. La spesa più bassa riguarda gli utenti compresi tra i 18 ed i 25 anni che in media invertono nel gioco circa 189 euro all’anno.

Metodi di pagamento utilizzati 

Attualmente, gli operatori spagnoli (come i casinò online italiani) consentono ai propri utenti di effettuare transazioni attraverso i seguento metodi:

  • Bonifico bancario
  • Carta di credito
  • Portafoglio elettronico
  • Prepagato (Paysafecard o MoneyToPay)
  • Servizi di tesoreria (assegno, vaglia postale, cellulare)

Dal report emerge che la carta di credito (o di debito) è il metodo di pagamento più utilizzato, il 71% dei depositi, infatti, vengono effettuati attraverso questi sistemi; segue il portafoglio elettronico (MoneyBookers, Neteller …) con il 18%. Le altre opzioni sono risultate appena significative nel volume.

I giochi preferiti dai players spagnoli 

Il gambler online preferisce il segmento delle scommesse (48%), seguito da poker (8,03%), casinò (5,66%, ma cresciuto complessivamente del 22%) e bingo (1,3%).  Per quanto riguarda l’esistenza di una relazione tra i diversi tipi di giochi, dal report risulta che il 67% degli utenti dimostra una certa fedeltà verso una sola tipologia di gioco, quindi non reagisce alle azioni di cross-selling degli operatori.

Intesa tra Governo e Regioni: come verrà ridimensionata l’offerta di gioco

Sono state le parole con cui il sottosegretario all'Economia con delega ai giochi Pierpaolo...
Approfondisci

Riordino del gioco pubblico: il malcontento delle associazioni

È stata raggiunta all'unanimità in Conferenza Stato Regioni e Enti Locali...
Approfondisci

Settore Giochi Pubblici: i dati reali del 2016

Correva l’anno 2006 quando il gambling online, fino a quel momento stagnante e penalizzato dal...
Approfondisci

La fotografia della pubblicità nel settore dei Giochi. Radio e TV le nuove frontiere

Uno studio recente condotto da Agimeg su dati Nielsen ha rivelato che quasi la metà degli...
Approfondisci

Le slot machine attualmente attive sul territorio italiano e le novità del settore

I concessionari stanno avviando il percorso di riduzione delle reti degli apparecchi di...
Approfondisci