Storia Slot Machine: dalle origini ai giorni nostri

su Giovanni Fiore | 26th of January 2014
Storia Slot Machine: dalle origini ai giorni nostri

Le slot machine sono senza ombra di dubbio una delle attrazioni principali dei casinò, terrestri o online che siano. La loro storia ha inizio nel diciannovesimo secolo, quando furono realizzate principalmente per intrattenere le mogli dei giocatori d'azzardo. Nessuno poteva immaginare l'enorme successo che questa tipologia di gioco avrebbe riscosso nel corso degli anni, fino a diventare il fiore all'occhiello di ogni casinò.

Le prime slot machine sono apparse verso fine 800 nella città di San Francisco. A differenza dei classici giochi da tavolo come Roulette e Blackjack, le slot di una volta erano completamente diverse da quelle dei giorni nostri. Le prime slot utilizzavano i numeri delle carte da gioco al posto dei simboli con la frutta che fanno parte dell'immaginario collettivo. Utilizzare i simboli delle carte da gioco fu molto importante in quanto si trattava di simboli ben conosciuti dalla maggior parte dei giocatori d'azzardo di quel tempo. Queste macchinette, che non prevedevano vincite in denaro ma sottoforma di consumazioni (drink, sigari etc.) di solito possedevano 5 rulli, ognuno dei quali era composto da 10 simboli, ciò significa che due carte appartenenti al mazzo venivano lasciate fuori. Si trattava del 10 di picche e del Jack di cuori, limitando così di fatto la possibilità di realizzare delle scale reali massime.

Nel 1899, Charles Fey, costruì la prima slot machine dalla sembianze simili a quelle odierne. La sua macchinetta era chiamata "The Liberty Bell" ed era composta da 3 rulli e varie tipologie di simboli. Inoltre, fu la prima a disporre di una tabella dei pagamenti, un dispositivo per l'introduzione delle monete e la classica leva alla destra del gioco. Charles piazzo la sua macchinetta in un "saloon" di San Francisco per vedere come la gente avrebbe reagito. Il successo fu così grande ed immediato che in pochissimo tempo Charles lasciò il lavoro per mettersi a produrre questo genere di macchinette.

Nel 1909 Stephen Mill decise di modificare la slot machine "The Liberty Bell" aggiungendo dieci nuovi simboli e realizzando un'apparecchiatura più compatta e adatta ad essere installata, oltre che leggermente più piccola.

A partire da questi anni, le slot machine si diffusero in brevissimo tempo, fino a diventare un icona dei casinò, online e non. Nei primi anni di vita, le macchinette erano giochi rumorose, pesanti oltre che robuste. Inoltre, erano soggette a manomissioni e trucchi da parte dei giocatori, come ad esempio quello di fermare uno dei rulli a proprio piacimento grazie all'inserimento di piccoli bastoncini.

I produttori di questa tipologia di gioco, una volta accortosi di tutti questi difetti, capirono che qualcosa doveva essere fatto, e fu così che nel 1965 venne introdotta sul mercato la prima slot machine in possesso di un micro processore elettronico in grado di gestire i rulli e di conseguenza le combinazioni vincenti. Oltre a far si che le slot diventassero giochi più sicuri, al tempo stesso l'introduzione dell'elettronica permise anche di mettere a disposizione jackpot più elevati, grazie soprattutto alla maggiore abilità di far fermare i rulli proprio nel punto esatto in cui si sarebbero dovuti fermare.

Il successivo cambiamento degno di nota avvenne nel 1974, quando Walt Freely introdusse la prima video slot machine. Il suo nome era "Fortune coin", gioco composto essenzialmente da un computer, uno schermo tv e il contenitore dei gettoni. Questa categoria di slot machine presentò subito molti benefici, sia per i gestori, sia per i giocatori, che potevano contare sempre di più su macchinette perfette e con jackpot sempre più controllabili e di conseguenza ricchi. Il fatto di abbandonare le classiche bobine fisiche per giocare direttamente di fronte ad uno schermo tv inizialmente non fu ben accolto dai giocatori, ma nel giro di poco tempo qualsiasi dubbio a riguardo fu spazzato via alla luce di giochi sempre più divertenti oltre che ricchi.

Negli ultimi 40 anni abbiamo assistito ad un progressivo consolidamento e sviluppo di questa categoria di giochi, grazie soprattutto al continuo sviluppo tecnologico ora le slot machine non sono più quelle di una volta con 3 rulli, ma possono arrivare ad averne un massimo di 9, con gran varietà di simboli, funzioni speciali che si scostano dal gioco tradizionale e jackpot milionari. Dalle video slot, il passaggio naturale è stato rappresentato dalle slot machine online, ormai diffusissime e protagoniste assolute di tutti i casinò virtuali e sempre più dotate di tematiche coinvolgenti, simboli sempre più diversi e funzioni speciali simili a giochi arcade, senza trascurare i jackpot di network che possono superare i 10 milioni di euro.

L’Italia del gioco d’azzardo nel 2018: analisi statistica dei dati nazionali e regionali

La situazione del settore dei giochi in Italia alla luce dei recenti provvedimenti governativi ed il...
Approfondisci

Nel 2017 gli italiani hanno speso 19 miliardi in gioco d’azzardo

Nonostante limitazioni, ordinanze, trattative e divieti messi in atto soprattutto dai Comuni per...
Approfondisci

L’Italia delle slot machine: dati, curiosità e numeri regione per regione

Ormai sono dieventate un fenomeno che non può essere trascurato. Le slot machine sono spesso...
Approfondisci

Europa primo mercato al mondo del gioco online. Italia al secondo posto

Secondo il report aggiornato ad agosto di H2 Gambling Capital, il mercato mondiale del gioco online...
Approfondisci

Gambling, slot machine e casinò: aghi di una bilancia che pende sullo Stato

Erano anni che l’Italia faceva registrare un’impennata continua e costante nella...
Approfondisci